ALIMENTAZIONE DEL CANE: nozioni di base – Alberto Calbucci +39 3927935450


ALIMENTAZIONE DEL CANE: nozioni di base

Quando si allevano animali, per farli stare bene, è fondamentale ispirarsi alle condizioni naturali e cercare di “mimarle”; quindi ampio spazio per correre in libertà, un riparo asciutto e pulito, cure per l’igiene e la salute naturali quando possibile e, ovviamente, cosa più importante di tutte, un’alimentazione sana, di altissima qualità e adeguata alla specie. Ricorda che il cibo è la prima forma di medicina preventiva, cibo sano e fresco significa salute; prenderti cura della nutrizione del tuo animale significa partecipare attivamente alla relazione con un essere vivente che condivide con te un pezzo di vita.

Il tuo cane se vivesse libero in natura, invece che in casa con te, per nutrirsi, essendo carnivoro, andrebbe a caccia di piccola selvaggina come lepri o conigli. Quindi un’alimentazione adeguata alla specie “cane” deve avere tanta carne, e per essere sana deve anche essere carne fresca. Purtroppo la stragrande maggioranza degli alimenti per cani in commercio, di carne ne contengono una percentuale bassissima, non fresca, proveniente da allevamenti intensivi, cotta a temperature elevate con conseguente perdita dei principi nutritivi, ridotta addirittura in farine prima di essere utilizzata. Inoltre vengono aggiunti conservanti, aromi, riempitivi, additivi geneticamente modificati, attrattivi, zuccheri, coloranti e chi più ne ha più ne metta! Il risultato di tutto ciò è un alimento che nell‘aspetto può anche assomigliare a quello appropriato per la specie, ma, in realtà, capisci bene che non è per niente così. Il cane per ottenere la sua razione di carne giornaliera sarà costretto a mangiare molto di più (un sacco di calorie inutili), inoltre ingerirà tantissime schifezze (non solo inutili ma dannose) che nel medio/lungo periodo porteranno inevitabilmente problemi e malattie. E’ innegabile che dare un cibo adeguato all’etologia dell’animale sia la scelta migliore.

Hai tre tipi di dieta tra cui scegliere per raggiungere l’obiettivo di nutrire il cane con cibo appropriato:

  1. Dieta barf 
  2. Dieta casalinga
  3. Dieta industriale 

Barf significa “Cibo crudo biologicamente appropriato” (in inglese: Biologically Appropriate Raw Food); si tratta di somministrare al tuo cane solo cibo crudo, fresco, vario e di altissima qualità. Se fatta correttamente è sicuramente molto appropriata ma ha in se lo svantaggio di non essere pratica: immaginati ogni giorno alla ricerca di carne di cavallo, agnello, salmone eccetera; costi elevati, tanto tempo da dedicare, nonché la necessità di avere un grande congelatore per conservare queste materie prime.

Anche l’alimentazione casalinga è poco pratica: al giorno d’oggi facciamo fatica a fare la spesa e cucinare per noi stessi, figuriamoci doverlo fare più volte al giorno anche per il cane; inoltre il rischio di commettere errori involontari è altissimo, assolutamente da evitare il “fai da te”, se decidi di optare per questa soluzione devi assolutamente rivolgerti ad un nutrizionista professionista; lo sapevi ad esempio che il riso o la carne stracotti portano alla pancreatite nel cane?

Il cibo industriale, secco e umido, è quello che utilizzo in allevamento e che consiglio anche a te, ma come fare per non sbagliare scelta in quella che è diventata una vera e propria giungla dei mangimi?

Il primo mito da sfatare è che il cibo secco (le crocchette) sia migliore del cibo umido (le scatolette). Alla luce del ragionamento fatto sin qua, capisci facilmente anche tu che l’umido è più simile alla lepre; l’unico vantaggio delle crocchette è che sono molto comode (quindi vantaggio per te, non per lui) tanto da farti sentire sicuro e indurti a pensare che sia vitale per il tuo animale e anche l’unico modo possibile per nutrirlo. Ma ti sei mai chiesto come queste crocchette vengono preparate? Pensa alla preparazione delle polpette, dove tu impasti tutti gli ingredienti insieme, aggiungi qualcosa tipo uovo o pane grattato solo per tenere il tutto amalgamato e infine cuoci tutto alla stessa temperatura in un enorme macchinario chiamato estrusore; quindi tempi sbagliati di cottura, temperature esagerate  e un prodotto finale per nulla appropriato. Se proprio vuoi scegliere tra utilizzare solo le crocchette o solo le scatolette la seconda opzione è sicuramente quella più indicata.

Negli ultimi 30 anni ho sperimentato di tutto, ho fatto tanti errori ma anche tanta esperienza, senza mai essere veramente soddisfatto. La mia spasmodica ricerca si conclude, definitivamente, quando le strade di Casa Calbucci e Reico si incrociano!

Il Reico Vital-System è un sistema completo e coordinato che si basa su erbe, radici e alghe micronizzate. Una miscela di alghe unica nel suo genere, che ristabilisce l’equilibrio minerale nel corpo, è alla base di tutti i prodotti Reico. Le preziose materie prime naturali, prive di OGM, e gli eccezionali processi di produzione, in cui erbe aromatiche pregiate vengono micronizzate in modo particolarmente delicato, garantiscono la realizzazione di un prodotto speciale ed efficace, altamente nutriente e digeribile, con altissimo contenuto di carne fresca (64 – 74 %), assenza di zuccheri aggiunti, aromi e conservanti, e una produzione senza sperimentazione sugli animali.

Le varie tipologie di crocchette Reico sono tutte estruse, modellate o pressate a freddo. Nelle scatolette per conservare in modo ottimale le vitamine, i minerali e gli oligoelementi preziosi e vitali, tutti gli ingredienti vengono lavorati freschi a freddo, inseriti crudi nella scatoletta che poi viene chiusa e messa in un forno a bassa temperatura per una cottura delicata. Non c’è shock termico perché questo processo avviene in modo lento e graduale; inoltre essendo la scatoletta chiusa, tutto rimane all’interno e l’alimento non subisce variazione o dispersione di alcuna proprietà nutritiva. Una volta raggiunta la temperatura desiderata la scatoletta viene lasciata raffreddare lentamente fino a temperatura ambiente, poi viene posta in una stanza buia per cinque settimane per permettere ai lieviti inseriti al suo interno di proliferare. Questa operazione testimonia quanto impegno metta Reico nel fornire ai nostri cani un alimento esattamente uguale a quello che mangerebbero in natura, nel cadavere della preda, infatti, troverebbero tutta una serie di microorganismi che ripopolano il microbiota intestinale. Reico ha messo la lepre dentro la scatoletta!

Partendo subito, sin dal primo pasto solido del cucciolo, con questo sistema, l’organismo non riceve nulla che possa scatenare allergie ed è sempre in equilibrio minerale, gli acidi e le basi presenti nel corpo sono in equilibrio. In questo stato ottimale, il sistema immunitario funziona correttamente. Ciò rappresenta il fondamento per la salute, il benessere e la vitalità.

Sei tu proprietario l’unico responsabile della salute del tuo cane, ricorda che l’apparente risparmio nell’utilizzare cibo economico si trasformerà molto probabilmente in una spesa 10 o forse addirittura 100 volte superiore per risolvere i suoi problemi futuri, con tutti i disagi, anche emotivi, che ne conseguono. Il mio consiglio è di continuare, per tutta la vita del tuo cane, con questo sistema di alimentazione; sono sicuro che in futuro mi ringrazierai anche per questo, oltre che per lo splendido cucciolo di Casa Calbucci, ovviamente.


ALCUNI UTILI CONSIGLI:

  • Quando cambi alimentazione, per evitare traumi digestivi, fallo sempre in maniera graduale (passaggio morbido); ti consiglio di farlo nell’arco di 5/7 giorni calando, giorno per giorno, il vecchio e aumentando il nuovo. 
  • Togli la ciotola dopo 10 minuti, non importa se ha finito o non ha neppure iniziato a mangiare, e lascialo a digiuno sino al pasto successivo, deve abituarsi a consumare velocemente il suo cibo. Utilizza lo stesso metodo anche nel caso in cui ti metta alla prova digiunando per convincerti a dargli qualcosa di più gustoso. Normalmente al massimo salta un paio di pasti poi riprende a mangiare.
  • Dai al tuo cane sempre lo stesso tipo di cibo secco, ridurrai così la possibilità di traumi digestivi; mentre il cibo umido ogni tanto è bene cambiarlo (Reico ha diverse varietà tra cui scegliere, con varie fonti proteiche).
  • Usa una ciotola che il cane non possa rovesciare facilmente.
  • Segui le mie istruzioni in merito a dosaggi e modalità di somministrazione; se hai dubbi contattami.
  • Se vuoi, puoi aggiungere acqua o brodo caldo, assicurandoti SEMPRE che il cibo sia caldo ma non bollente. 
  • Non dargli mai da mangiare il tuo cibo.
  • Il cucciolo deve imparare a non ringhiare quando gli togli la ciotola o quando lo tocchi mentre mangia.
  • L’acqua è più importante del cibo ai fini della sopravvivenza e deve quindi essere sempre disponibile, fresca e pulita.
  • Le feci dovrebbero essere di forma cilindrica e morbide ma abbastanza solide da essere ripulite facilmente.
  • Integratori alimentari, masticativi e premi sono importanti, utilizza solo i prodotti Reico che sono cibo vero, non schifezze di dubbia provenienza.
  • Se il veterinario, o chiunque altro, per qualsiasi motivo, ti suggerisce di cambiare dieta, non farlo!!! Sono io il tuo consulente alimentare, non lui; inoltre, stai tranquillo, che non ti darebbe nulla migliore di Reico, che ha prodotti fantastici, specifici per affrontare qualsiasi problematica.


Per qualsiasi chiarimento o per effettuare il primo ordine non esitare a contattarmi.

Alberto Calbucci +393927935450
consulente alimentare Reico

Reico Vital-System

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto